Formazioni

Laurea Magistrale di Cognitive Psychology in Health Communication

Presso l'Università della Svizzera Italiana

Il programma rappresenta un progetto pionieristico volto a formare una figura attuale e moderna di psicologo richiesta dal mercato internazionale, ovvero uno psicologo che possa essere attivo a 360 gradi in ambito sanitario: nei setting clinici, nella prevenzione e anche nel settore delle policy sanitarie.

6/7/20 maggio 2022 . "Comprendere il Narcisismo: un’analisi integrata e completa di una delle personalità più complesse in tutto il mondo"

Congresso online – Piattaforma Zoom Meetings

Tipo Evento: Congresso online – Piattaforma Zoom Meetings
Data: 6/7/20 Maggio 2022
Orario: venerdì, dalle 13:45 alle 20:00; sabato, dalle 13:00 alle 20:00, ora italiana
Lingua: Traduzione simultanea
Videoregistrazione: Il Webinar sarà videoregistrato; la videoregistrazione sarà accessibile senza limiti di tempo.

Quota di iscrizione (per professionisti): 250 euro
Early bird: 200 entro il 31 Marzo 2022
Quota di iscrizione (per i non professionisti): 90 euro

Al Congresso è abbinato il seguente webinar:

Comprendere il Narcisismo nella pratica clinica: l’utilizzo della Schema Therapy nel trattamento dei clienti narcisisti

Live webinar su Zoom
Data: 20 maggio 2022
Orario: dalle 15:00 alle 18:00, ora italiana
Lingua: inglese, con traduzione simultanea in italiano

Videoregistrazione dell’evento disponibile senza limiti di tempo
Accreditamento ECM
Quota di iscrizione 60 euro

Webinar gratuito per gli iscritti al Congresso

Iscrizione e maggiori informazioni
Sul sito www.iscformazionepsicologia.com, codice sconto 20% per associati ATP nell'area riservata
Per le iscrizioni con bonifico si dovrà scrivere alla segreteria: info@isctraining.com

23 maggio 2022 . Formazione clinica "Il lutto"

In che cosa consiste il “processo” del lutto? Esiste una fisiologia del lutto?
Che cosa si intende per una buona elaborazione del lutto e una sua “risoluzione”?

Intervento a cura di Dr. Antonio Onofri, psichiatra, psicoterapeuta SITCC (Società Italiana di Terapia Cognitiva e Comportamentale) e supervisore EMDR.

Quando e dove
Lunedì 23 maggio 2022 dalle 8.45 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 16.00
Il corso avrà luogo presso la Sala Teatro Centro Sociale OSC, Mendrisio, Via Agostino Maspoli 6

23 - 25 maggio 2022 . Congresso ASPI sulla prevenzione degli abusi sessuali e dei maltrattamenti sull'infanzia

Per celebrare il 30° anniversario dalla sua nascita, la Fondazione ASPI organizza dal 23 al 25 maggio 2022, presso il Palazzo dei Congressi di Lugano, il terzo Congresso internazionale sulla prevenzione degli abusi e dei maltrattamenti sull’infanzia (0-18 anni), intitolato "Prima che accada!".

Siamo lieti di annunciare che il programma completo è ora disponibile online su www.aspi.ch/congresso ed è possibile iscriversi fin da subito a una o più giornate del Congresso.
Le iscrizioni resteranno aperte fino al 18 maggio e, a tariffe agevolate, fino al 10 aprile.

Michelle Halbheer, protagonista del libro e film Platzspitzbaby. Sabine Rakotomalala, membro dello staff tecnico dell’OMS. Philip Jaffé, vice-presidente del Comitato ONU per i diritti dei bambini. Alberto Pellai, scrittore e psicoterapeuta. Joseph M. Bonnemain, vescovo di Coira e segretario della Commissione “Abusi sessuali in ambito ecclesiale” della Conferenza dei Vescovi svizzeri… e poi ancora i saluti speciali dall’on. Ignazio Cassis, presidente della Confederazione, da Mikiko Otani, presidente del Comitato ONU per i diritti dei bambini e Najat Maalla M’jid, rappresentante speciale ONU contro la violenza sui bambini. Sono questi alcuni dei 20 e più nomi che interverranno durante questo evento di richiamo internazionale che ha lo scopo di offrire uno sguardo a 360° sul tema della prevenzione primaria della violenza sui minori.

L’evento offre uno sguardo a 360° sul tema della prevenzione primaria della violenza sui minori. Giorno dopo giorno, si accenderanno i riflettori su un ambito specifico della società:

  • Lunedì 23 maggio: politica, istituzioni, media e in generale tutta la società civile.
  • Martedì 24 maggio: il tempo extrascolastico, con accento particolare sui settori dello sport, della disabilità e dell’ambito ecclesiastico.
  • Mercoledì 25 maggio: scuola e famiglia.

Come affermato sia dal Comitato ONU per i Diritti dell’infanzia, sia dalle strategie INSPIRE dell’OMS, il successo della diffusione di programmi e di servizi di prevenzione scientificamente comprovati dipende dalla collaborazione di ciascuno di noi. L’intento è quindi quello di riunire trasversalmente attorno al tema della prevenzione primaria della violenza sui minori, tutti coloro che quotidianamente si adoperano per il benessere, la protezione, la crescita e l’educazione dei bambini, a livello locale, nazionale e internazionale.

Maggiori informazioni sul sito aspi.ch/congresso

24 maggio 2022 . "Migrazione e salute mentale" - L'intervento clinico con i rifugiati e richiedenti asilo

Rifugiati e richiedenti asilo sono una popolazione esposta a molteplici esperienze avverse e ad una condizione di stress continuo. Sono costretti a lasciare i loro paesi d'origine per sfuggire alla persecuzione e alla guerra. La maggior parte di loro ha subito diversi eventi traumatici come: l'omicidio di familiari e amici, lesioni gravi e/o minacce di morte e tortura, prima della fuga. Inoltre quando arrivano in Europa, si trovano in una situazione di incertezza riguardo il loro futuro e con la paura continua di essere rimandati indietro.

Intervento a cura di Paola Castelli Gattinara, psicologa clinica, specializzata in psicoterapia cognitiva e supervisore EMDR.

Quando e dove
Martedì 24 maggio 2022 dalle 8.45 alle 13.00.
Il corso avrà luogo presso la Sala Teatro Centro Sociale OSC, Mendrisio, Via Agostino Maspoli 6

25 maggio 2022 . Evento su MS Teams - "Parlare di Identità nella sindrome di Asperger"

Continua il percorso per i familiari con la Dr. Med. Anna Saito; un pomeriggio dedicato a loro durante il quale potranno esprimere i propri bisogni, scambiarsi esperienze e chiedere consigli.

28 maggio 2022 . Child-Centered Play Therapy (Livello I)

Il percorso formativo rappresenta lo studio teorico e la pratica del modello di Play Therapy denominato “Child-Centered Play Therapy” (CCPT, “Play Therapy centrata sul bambino”).

Destinatari e requisiti
Il corso è aperto ai professionisti che lavorano in ambito evolutivo e che hanno conseguito una laurea in uno dei seguenti ambiti: salute mentale, educativo, sanitario, riabilitativo o sociale.

Costo
CHF 1400 / € 1350

Incluso nel costo:
  • Formazione in sede (24 ore) e online (18 ore)
  • Supervisione di gruppo (12 ore) e supervisione individuale (1 ora)
  • Libro di testo (inviato al domicilio del partecipante senza costi aggiuntivi dopo la registrazione)
  • Ulteriore materiale di studio (slides e articoli)
  • Attestato finale
  • CE Credit Hours

Luogo e date
online e in presenza a Lugano; totale 9 giorni.

modulo I: 28 maggio 2022 (1 giorno) online
modulo II: 18-21 giugno 2022 (4 giorni) in sede (Lugano)
modulo III: 24-25 settembre 2022 (2 giorni) online
modulo IV: primo trimestre del 2023 (2 giorni) online

28 maggio 2022 . Webinar "Introduzione alla Play Therapy"

Il modulo è il complemento pratico del libro di testo Introduzione alla Play Therapy: "Quando il gioco è la terapia" (Mochi e Cassina 2021). La giornata di formazione ha un carattere altamente esperienziale e permette ai professionisti dell'età evolutiva di ampliare le proprie conoscenze sul potenziale di applicazione del gioco in ambito evolutivo e terapeutico.

I partecipanti avranno la possibilità di sperimentare in prima persona una serie di attività creative, divertenti ed introspettive che potranno utilizzare da subito con bambini e famiglie.
Il modulo e il superamento del relativo post-test danno accesso ad una vasta gamma di formazioni dell'Accademia di Play Therapy (INA).

Luogo e orario
Online, 09.00-12.15 e 15.00-18.15

Costo
€ 99, include 6 CE Credit Hours, attestato finale, slides e libro di testo "Introduzione alla Play Therapy. Quando il gioco è la terapia" di Mochi e Cassina (2021) inviato al domicilio del partecipante.


30 maggio / 2 giugno 2022 . Convegno "... io sono ancora qui!"

omaggio a Ettore Pellandini

Teatro Centro Sociale
Quartiere di Casvegno, Mendrisio

Con la partecipazione di:
Marco Borghi, Manuela Cattola, Giorgio Callea, Tiziana Conte, Rudy Flückiger, Umberto Galimberti, Graziano Martignoni, Zefiro Mellacqua, Claudio Mustacchi, Yannick Oury Pulliero, Flore Pulliero Vitez, Marino Pulliero, Ursula Ratti, Consuelo Rigamonti, Sergio Rossi, Anthimos Tetaghiotis, Atelier teatro del Club ‘74, CARL - Gruppo di lavoro SPAMM, Laboratorio Redazione Agorà

Organizzato da:
Club ‘74, Servizio di socioterapia dell’Organizzazione sociopsichiatrica cantonale (OSC), Centro Abitativo Ricreativo e di Lavoro (CARL - OSC), Fondazione Sasso Corbaro


Maggiori informazioni sul sito club74.ch

2 - 5 giugno 2022 . "Livello 1 Theraplay & MIM"

Theraplay è una forma di psicoterapia diadica breve, guidata dal terapista e focalizzata sulla relazione genitore bambino. Theraplay è stata accettata tra le terapie evidence-based (SAMHSA).

Oblettivi Di Apprendimento:
  • Somministrare ed analizzare I'MIM
  • Utilizzare l'MIM come guida per pianificare il trattamento
  • Conoscere le 4 dimensioni Theraplay e saper svolgere attività per ognuna di esse
  • Capire come adattare il trattamento Theraplay alle esigenze dei bambini con trauma complesso
  • Saper guidare il genitore nel prendere parte alla seduta Theraplay

Chi Puo' Partecipare?
Psicologi e Psicoterapeuti abilitati o in formazione, NPI e Psichiatri.

Luogo
CBT Academy
Via Carduccl 36, 20123 Milano
9.00-17.00

Costo
1350 € + Iva: prima del 15.05.2022 e per i soci AISTED e SITCC
1450 € + Iva: dal 16.05.2022.

Maggiori informazioni sul sito theraplay.org oppure nel volantino dell'evento

30 settembre - 2 ottobre 2022 . Attaccamento e Trauma: Le nuove frontiere della ricerca e della pratica clinica

Tipo Evento: Congresso in presenza (trasmesso anche in diretta streaming)
Date: Da Venerdì 30 Settembre a Domenica 2 Ottobre 2022
Orario: dalle 09:30 alle 18:30, ora italiana
Sede: Auditorium Antonianum, Viale Manzoni, 1, 00185 Roma (RM)
Lingua: Inglese, con traduzione simultanea in italiano ad opera di interpreti professioniste.
Videoregistrazione: Il Webinar sarà videoregistrato; la videoregistrazione sarà accessibile senza limiti di tempo.

Quota di iscrizione Standard: 300 euro
Early bird Standard: 250 entro il 31 Maggio 2022
Quota di iscrizione Student: 200 euro

Iscrizione e maggiori informazioni
Sul sito www.iscformazionepsicologia.com, codice sconto 20% per associati ATP nell'area riservata
Per le iscrizioni con bonifico si dovrà scrivere alla segreteria: info@isctraining.com
News

Informazioni in merito alla nuova AOMS

A partire dal 1 gennaio 2022 tutti i nuovi fornitori di prestazioni che desiderano esercitare a carico dell’assicurazione obbligatoria delle cure medico-sanitarie (AOMS) devono ottenere un’autorizzazione formale da parte dell’Ufficio di sanità.


Ulteriori informazioni presso i seguenti link:

05.05.2022 . Audio RSI "Guardie svizzere e depressione a scuola (2./3)"

Con Enrica Alberti e Sarah Tognola, in conduzione Isabella Visetti



Un terzo degli studenti delle scuole superiori soffre di sintomi depressivi gravi. È ciò che la settimana scorsa ha rivelato il Sindacato indipendente degli studenti e apprendisti (SISA) con un questionario che ha coinvolto circa 800 studentesse e studenti delle scuole medie superiori cantonali. Nel sondaggio, il 62,3 % degli intervistati ha dichiarato di soffrire “fortemente o molto fortemente” di malessere a causa della scuola, dalla paura del futuro e del fallimento. Questi risultati corrispondono a quelli risalenti al mese di novembre 2020 da uno studio patrocinato dall’Università di Basilea, secondo cui il 29% dei giovani presenta sintomi depressivi gravi e uno più recente di UNICEF Svizzera, in cui veniva messa in evidenza la stessa percentuale. Commenteremo questi dati con lo psicologo Nicholas Sacchi, presidente dell’Associazione ticinese degli psicologi (ATP).

Continua su rsi.ch

03.05.2022 . Articolo su Cooperazione "Affrontare l'ansia da esami"

È una paura molto diffusa, ma si può anche (parzialmente) combattere. Intervista alla psicologa e psicoterapeuta Elena Scaffidi e alcune dritte della coach Kathrin Knupp.
Intervista a Elena Scaffidi, di Raffaella Brignoni

Si avvicinano gli esami, e con loro una certa ansia. A cosa è dovuta?
Innanzitutto, vorrei dire che la paura dell’esame è un’ansia prevedibile, sana e non patologica. L’abbiamo provata tutti e non deve preoccupare finché non ci influenza in maniera tale da impedire la realizzazione di un compito (come nel caso di una fobia, per esempio). Un esame ci coinvolge molto perché ci mette in una situazione il cui esito dipende in gran parte da noi. Prevede però il giudizio da parte di altre persone rispetto alla nostra capacità di dimostrare le competenze che possediamo.

Non dipende dunque solo da quanto padroneggiamo la materia…
No. C’è chi arriva piuttosto impreparato ma emotivamente rilassato, o “sciallo” come dicono i ragazzi, e chi invece, pur conoscendo a menadito ogni dettaglio della materia oggetto d’esame, entra in panico.

Dove sta la differenza?

27.04.2022 . Audio RSI: "Uno studente su tre è depresso"

Lo rilevano i risultati di un'inchiesta del sindacato SISA. Il malessere scolastico pesa - Berger: "Salute e benessere sono centrali per noi"




Un terzo della popolazione studentesca ticinese lamenta sintomi depressivi da gravi a molto gravi, secondo un sondaggio di cui il SISA - il Sindacato Indipendente degli studenti e degli apprendisti - ha presentato i risultati mercoledì. Il frutto del questionario per la campagna “Scuola e salute mentale: parlarne non basta!”, promossa tra i mesi di gennaio e marzo, conferma i risultati degli studi condotti dall'Università di Basilea nel novembre del 2020 e più recentemente da UNICEF Svizzera, che avevano riscontrato tassi del 29%. All'inchiesta ticinese hanno risposto 800 allievi, in prevalenza iscritti a istituti medio-superiori.

25.04.2022 . Alla ricerca di rappresentanti volontari nel campo della psicologia per formare una squadra con l'ONU a Ginevra

Il team di rappresentanti della psicologia presso l'ONU a Ginevra si concentrerà sui seguenti temi: psicologia e cambiamento climatico, nonché salute mentale dei bambini.

La Federazione degli psicologi svizzeri (FSP), la Federazione europea delle associazioni di psicologi (EFPA) e l'American Psychological Association (APA) stanno collaborando per sviluppare una presenza per la scienza e la professione della psicologia presso le Nazioni Unite (ONU) a Ginevra. Questo per completare il lavoro di lunga data dell'APA presso le Nazioni Unite a New York e mira ad ampliare la portata della psicologia europea nelle organizzazioni internazionali che esistono per trovare soluzioni ai problemi della società. Le organizzazioni che collaborano ora cercano domande da parte di psicologi per far parte di un team di circa 4-5 sostenitori dell'ONU a Ginevra.

Continua su psychologie.ch (EN)

19.04.2022 . Audio RSI: "Depressione e psilocibina"


La psilocibina, una sostanza psichedelica presente in alcuni funghi allucinogeni, potrebbe favorire maggiori connessioni tra le diverse regioni del cervello, soprattutto nelle persone che soffrono di depressione. A dirlo sono due studi pubblicati sulla rivista Nature Medicine, condotti dagli scienziati dell'Università della California e dell'Imperial College di Londra. Le considerazioni di Gilberto Camilla storico, ricercatore e psicoanalista, tra i fondatori della SISSC (Società Italiana Studio Stati di Coscienza).

19.04.2022 . Identità elettronica e gestione dello studio per psicologi

22.03.2022 . Porzia Zara: «Praticare sport vuol dire anche saper gestire giornate di sconforto»

Porzia Zara, psicologa dello sport: «Sono molteplici i motivi per i quali una persona decide di lasciare lo sport».
L'azione benefica dello sport non riguarda soltanto la salute del corpo, ma anche (e soprattutto) quella della mente.

“Lo sport è importante e favorisce il benessere psicofisico”. Tante volte sentiamo questa affermazione e in effetti non c'è di meglio che l'attività motoria per aiutare corpo e mente a sentirsi in forma per affrontare la quotidianità e le sfide che la vita ci "offre". Sport, qualsiasi esso sia, fa rima con benessere. Non sempre però, poiché a volte può anche fare rima con stress, soprattutto quando i risultati e l'ottenimento di certe performance diventano la priorità. Insomma, un terreno molto vasto dove sono molteplici gli elementi che possono fare la differenza. Perché alcuni decidono di gettare la spugna? Perché altri ce la fanno? In Ticino gli esempi di atleti che hanno raggiunto risultati eccezionali non mancano.

Continua su tio.ch

16.03.2022 . "Passaggio al pensionamento": SalutePsy.ch

La possibilità di prendere la vita con più calma, di occuparsi di sé stessi e di coltivare le proprie passioni... sono tutte aspettative positive legate a una tappa importante della vita: la pensione. Alcuni aspetti però potrebbero emergere e influenzare il proprio benessere: gestire il tempo a disposizione, non vedere più i colleghi, cambiare statuto e doversi “ridefinire” rappresentano delle sfide emotivamente delicate. 


Risorse
Corsi di preparazione al pensionamento:

23.02.2022 . Servizio de Il Quotidiano: "Un centro per ripartire col piede giusto"

La Fondazione Vanoni, che gestirà la struttura per giovani in difficoltà, mira a spingere gli ospiti verso un nuovo inizio

Il centro educativo chiuso per minorenni in difficoltà, approvato martedì dal Gran Consiglio ticinese, sarà gestito dalla Fondazione Vanoni e il suo direttore, Mario Ferrarini, non nasconde che sarà una grande sfida, in particolare far convivere l'aspetto educativo e di reinserimento sociale e l'espiazione di una pena.

Il punto centrale del concetto educativo, che dovrà essere approvato dalle istituzioni cantonali e federali, è quello di fornire un luogo che permetta una nuova ripartenza, sottolinea Ferrarini.

La sfida riguarda anche il personale. Al momento non esiste una struttura simile in Ticino e la squadra che gestirà il centro dovrà essere in grado di costruire un percorso personalizzato assieme ai minorenni in difficoltà accolti.

Vedi su rsi.ch

20.02.2022 . Articolo su La Domenica: "Un’esosissima salute mentale"

Ansia, depressione, frustrazione, stress... oltre 2 miliardi l’anno E i ticinesi spendono il 4% in più a testa rispetto alla media Con il post COVID la fattura aumenterà

Le sofferenze psichiche saranno la principale sfida sanitaria per la Svizzera nel prossimo decennio. Anche perché la carenza o l’inadeguatezza dei trattamenti aggravano la situazione. A dirlo, nel lontano 2012, lo psichiatra Alain Malafosse, professore all’Università di Ginevra. In effetti, dieci anni dopo il quadro s’è fatto vieppiù preoccupante. Dal punto di vista sanitario ed economico. Sempre più persone lamentano disturbi psichici e la fattura relativa alla cura, alle visite, ai ricoveri, ai trattamenti ambulatoriali lievita. Santésuisse ha fatto delle stime, dati certi non ne ha perché, avverte, «gli ospedali assegnano le loro prestazioni ambulatoriali e stazionarie a un’area che può variare di anno in anno». Fatto è che in Svizzera si sono spesi 1.947.318.607 di franchi nel 2015; 2.187.753.542 nel 2021. In Ticino l’aumento, per persona, è stato quasi quattro volte tanto, +4,6%. Come capita spesso per altre patologie, il sud delle Alpi è tra i più spendaccioni.

04.02.2022 . Dismissione dell'elenco "santesuisse"

A fine anno Tarifsuisse AG dismetterà l’“elenco santésuisse”.
Non ci saranno ripercussioni sui contributi erogati dalle assicurazioni complementari per i servizi psicoterapeutici. 

Continua su psychologie.ch (Accessibile soltanto ai soci FSP)

19.01.2022 . Libro: "Dall'autoreclusione al ritorno alla vita"

Titolo: “ Dall’autoreclusione al ritorno alla vita”
Edizione: Cisproject, 2021 Milano
Pagine: 284
Costo: €20
www.lavitafelice.it

Il libro curato dalla collega psicologa-psicoterapeuta ATP Barbara Rossi è una raccolta commentata di decine di testi premiati nella sezione Narrativa del concorso Adotta l’Orso, ovvero il premio che accoglie dal 2014 scritti  di adolescenti e adulti e detenuti, che per diversi motivi e ragioni sono stati in vari modi reclusi, ovvero hanno vissuto al margine della società.
Divisi in capitoli tematici, gli autori, che non sono professionisti, si aprono con coraggio alle loro esperienze di vita superando i pregiudizi e il dramma esistenziale insito in ciascuna storia personale.
Ogni capitolo è stato introdotto da figure di esperti che hanno commentato, “pre-digerito” le narrazioni, preparando affettivamente il lettore alle storie riportate. Fra i commentatori citiamo Isabel Fernandez, Gustavo Pietrolli Charmet, Dante Balbo, Stefano Natoli, Giacomo Carbonetti e molti altri.

18.01.2022 . Intervista al Professor Olivier Revol

È stata pubblicata un'intervista al professor Olivier Retol, in merito al suo lavoro di accompagnamento di bambini con "alto potenziale cognitivo".

17.01.2022 . Bambini «in ombra»

 La diagnosi di tumore pediatrico comporta serie riflessioni sulla sua ricaduta famigliare, per le conseguenze psicologiche che può avere sui genitori e su sorelle e fratelli.

Finja ha sei anni, le piace dondolarsi sull’altalena e gode della serenità dell’infanzia. Finché i suoi genitori notano che ha una forte tosse persistente, accompagnata da pesante stanchezza. Visita pediatrica e indagini mediche portano a una diagnosi angosciante: Finja soffre di un tumore estremamente aggressivo, in rapida crescita nei polmoni.

Continua su azione.ch

27.12.2021 . Contributi su "Cooperazione"

Sul numero di Cooperazione di questa settimana ci sono due contributi di membri ATP: uno di Angela Andolfo Filippini e l’altro di Elena Micaela Cianitto.

15.12.2021 . Servizio de Il Quotidiano: "La salute mentale dei giovani"

Vedi il servizio su rsi.ch

14.12.2021 . Psichiatria, sempre più vicina la struttura per minorenni

L’Unità di cura integrata potrebbe aver sede nel Bellinzonese. Il Dss: fra stazionario e ambulatoriale è prevista una ventina di posti.

Potrebbe trovare sede nel Bellinzonese l‘Unità di cura integrata per minorenni, struttura pubblica specializzata nella presa a carico di giovani con seri problemi di natura psichiatrica. Il progetto è da tempo sul tavolo del Dipartimento sanità e socialità e nelle intenzioni del Dss verrà inserito nell’attesa Pianificazione sociopsichiatrica cantonale.

14.12.2021 . "Semiconfinamento, le donne e gli studenti hanno sofferto di più"

Emerge da tre studi del Politecnico federale di Losanna (EPFL) sull’impatto psicologico del lockdown parziale scattato nella primavera del 2020

Tre studi del Politecnico federale di Losanna (EPFL) si sono chinati sull’impatto psicologico del semiconfinamento della primavera 2020 sulla popolazione. Le donne e gli studenti hanno sofferto più di altre fasce della popolazione.

13.12.2021 . "Mantenere la propria indipendenza"

Con l'età le capacità fisiche cambiano e questo può limitare le attività quotidiane. Le difficoltà, come la mobilità ridotta, possono influenzare il morale.
La sfida: mantenere la tua indipendenza accettando i tuoi nuovi limiti!

È importante cercare aiuto per superare le difficoltà fisiche ed emotive. Si tratta di rimanere attivi, fisicamente e socialmente, in un modo che si adatta alle tue capacità.

Vedi il contributo su santepsy.ch (FR)

11.12.2021 . "Pandemia fluttuante... e va accettato"

La psicologa Marina Lang ospite del Quotidiano (RSI):
"Più frustrazione se rimaniamo ancorati all'idea di una soluzione rapida e definitiva" - Il nemico non sono gli altri ma il virus

Sono passati quasi due anni dal 25 febbraio 2020, giorno del primo caso di Covid in Ticino (e in Svizzera) e ancora non si vede la fine del tunnel, anzi sembriamo infilarci in un tratto particolarmente buio. "Questo può scoraggiare, ma bisogna fare una premessa", afferma Marina Lang, responsabile della cellula psicologica dello stato maggiore di condotta cantonale ticinese: "Se rimaniamo ancorati all'idea un po' illusoria di una soluzione definitiva e rapida, siamo destinati a patire più frustrazioni".

06.12.2021 . ​​​​​​​Basta un semplice «ciao»

Psicologia – Abbiamo quasi smesso di parlare con gli sconosciuti, a causa degli smartphone e della pandemia. Secondo diverse ricerche, dovremmo ricominciare, per superare la solitudine e sentirci più felici.

Parlare con gli sconosciuti può essere stimolante, anche se abbiamo quasi smesso di farlo. Tra le cause, gli smart-phone onnipresenti che sembrano avere annullato qualsiasi tipo di curiosità nei confronti degli altri. Spesso la sola idea di «attaccare bottone» risulta assurda, per la remora di essere inopportuni. E la pandemia rappresenta un fattore inibitorio aggiuntivo. Eppure, diverse pubblicazioni, uscite negli ultimi mesi negli Stati Uniti e in Gran Bretagna, indicano che dovremmo ricominciare a interagire con gli estranei. In The Power of Strangers. The Benefits of Connecting in a Suspicious World (Il potere degli sconosciuti. I benefici delle interazioni in un mondo sospettoso), il giornalista Joe Keohane cerca di capire cosa succede quando accorciamo la distanza tra noi e le persone che non conosciamo.

06.12.2021 . LAMal: approvata la nuova procedura di competenza cantonale

Dal 1. gennaio la competenza a rilasciare l’autorizzazione ad esercitare a carico dell’assicurazione obbligatoria delle cure medico-sanitarie ai fornitori di prestazioni che esercitano in ambito ambulatoriale passa ai Cantoni - Il Consiglio di Stato ha dato il via libera alla modifica: affidata all’Ufficio di sanità del DSS la competenza valutativa, decisionale e di vigilanza.

Nel giugno 2020 il Parlamento federale ha adottato il progetto di revisione della Legge federale del 18 marzo 1994 sull’assicurazione malattie (LAMal), che prevede un nuovo modello per autorizzare i nuovi fornitori di prestazioni del settore ambulatoriale, tramite una procedura di autorizzazione di competenza dei singoli Cantoni. Con tale modifica, e con la successiva approvazione il 23 giugno 2021 della modifica dell’Ordinanza del 27 giugno 1995 sull’assicurazione malattie (OAMal), sono inoltre stati regolati nuovi requisiti di qualità per l’ottenimento di tale autorizzazione.

30.11.2021 . Come parlare di salute sul web e prendersi cura della nostra mente

Intervista a Nicholas Sacchi sul sito di CORSI (Società Cooperativa per la radiotelevisione svizzera di lingua italiana).

È un dato di fatto: sempre più utenti si informano su temi legati alla salute mediante internet e le piattaforme digitali. Tutto questo solleva questioni legate ai rischi del “fai-da-te” informativo e sulla correttezza, validità e precisione dei contenuti pubblicati online da medici – ma anche dai media – come ricorda Nicholas Sacchi, psicologo e psicoterapeuta e dal 2020 presidente dell’Associazione Ticinese degli Psicologi (ATP).

17.11.2021 . Articolo: "Mental health concerns during the COVID-19 pandemic as revealed by helpline calls"

La salute mentale è una componente importante della salute pubblica, soprattutto in tempi di crisi. Tuttavia, il monitoraggio della salute mentale pubblica è difficile perché i dati sono spesso irregolari e a bassa frequenza. Qui integriamo gli approcci consolidati utilizzando i dati delle linee di assistenza, che offrono una misura in tempo reale del disagio "rivelato" e dei problemi di salute mentale su una vasta gamma di argomenti. Abbiamo raccolto dati su 8 milioni di chiamate da 19 paesi, concentrandoci sulla crisi COVID-19. Il volume delle chiamate ha raggiunto il picco sei settimane dopo l'epidemia iniziale, al 35% in più rispetto ai livelli pre-pandemia. L'aumento è stato guidato principalmente dalla paura (compresa la paura dell'infezione), dalla solitudine e, più tardi nella pandemia, dalle preoccupazioni per la salute fisica. I problemi relazionali, i problemi economici, la violenza e l'idea suicidaria, tuttavia, erano meno diffusi rispetto a prima della pandemia. Questo modello era evidente sia durante la prima ondata che durante le successive ondate di COVID-19. I problemi legati direttamente alla pandemia sembrano quindi aver sostituito, anziché esacerbare, le ansie sottostanti. A seconda dei tassi di infezione, le chiamate relative al suicidio sono aumentate quando le politiche di contenimento sono diventate più rigorose e sono diminuite quando è stato esteso il sostegno al reddito. Ciò implica che il sollievo finanziario può alleviare il disagio innescato dalle misure di blocco e illustra le intuizioni che possono essere raccolte dall'analisi statistica dei dati della linea di assistenza.

17.11.2021 . OFFERTA DI LAVORO: 50 - 60% · Clinica Santa Croce, Orselina

La Clinica Santa Croce, Clinica Psichiatrica privata in Canton Ticino, Svizzera, di 82 posti letto apre il concorso per l’assunzione di Psicologa/o / Psicoterapeuta per il reparto di psichiatria.

Profilo
: La persona che cerchiamo deve saper lavorare in modo autonomo e a livello interdisciplinare promuovendo le competenze richieste dalla funzione di Psicologa/o / Psicoterapeuta. Inserita in un ambiente di lavoro dinamico collabora nella presa a carico del paziente interagendo e collaborando con l’equipe multidisciplinare all’interno della Clinica e con le diverse figure
esterne alla struttura.

Requisiti: Diploma universitario in Psicologia riconosciuto a livello Federale (se ottenuto all’estero, riconoscimento PsiCo) e Abilitazione Cantonale.
Specializzazione in Psicoterapia completata o in corso.
Esperienza in ambito clinico di almeno 5 anni.
Conoscenza accurata di Psicopatologia, Psicodiagnostica e Testistica (test di Personalità, di Livello, Neurocognitivi).
Capacità di lavorare in una equipe multidisciplinare ed atteggiamento flessibile.
Conoscenza del territorio e della rete sociosanitaria del Cantone Ticino.
Preferibile nazionalità Svizzera o residenza in territorio Svizzero.
Perfetta conoscenza della lingua italiana e conoscenza di almeno un’altra lingua nazionale.

Osservazioni: Grado di occupazione: 50%-60%
Data di inizio: Da convenire

Invio della candidatura: Le candidature possono essere trasmesse a:
Clinica Santa Croce SA
Elena Ghislanzoni, ufficio risorse umane,
via al parco 27, 6644 Orselina

complete di curriculum vitae, fotocopie certificati di lavoro e diploma, fotografia

15.11.2021 . Giovani e suicidio, + 40% di consultazioni

Allarme di Pro Juventute sulle conseguenze, anche a livello psicologico, della crisi pandemica.

Gli adolescenti e i giovani sono i più colpiti a livello psicologico dalle conseguenze della crisi sanitaria. Lo rileva oggi, lunedì, Pro Juventute, sottolineando che nei primi 6 mesi dell'anno il numero di richieste di consulenza in merito al suicidio è aumentato del 40% rispetto allo stesso periodo del 2020.
Ogni giorno il servizio telefonico 147 è in contatto con 700 bambini e giovani, 7 dei quali evocano pensieri suicidi (questi ultimi nel 2020 erano 5 al giorno e prima della pandemia 3 o 4).
Anche il numero di casi di crisi è aumentato nei primi 6 mesi dell'anno: il team di consulenza ha attivato un intervento da parte della polizia o dell'ambulanza 98 volte. Nel 2020, i casi erano stati 96, mentre nel 2019 erano stati 57.
Con il forte aumento dell'uso dei media digitali durante la pandemia, inoltre, quasi la metà dei giovani afferma, per esempio, di essere stato molestato sessualmente su internet. Bimbi e giovani sono anche afflitti dalla paura del futuro. ATS/M. Ang.

25.10.2021 . COMUNICATO: gestione strategica del numero di autorizzazioni nella psicoterapia psicologica

Con 11 voti contro 0 e 1 astensione, la Commissione chiede di accogliere la mozione «Gestione strategica del numero di autorizzazioni per psicoterapeuti psicologici» (20.3914). In tal modo i Cantoni otterranno uno strumento per limitare allo stretto necessario sotto il profilo medico l’aumento dei costi previsto con il passaggio dal cosiddetto «modello della delega» al modello della prescrizione. In precedenza la Commissione ha sentito rappresentanti delle associazioni della psichiatria e della psicologia, dei medici di famiglia e dell’infanzia nonché degli assicuratori.

La Commissione propone all’unanimità di accogliere la mozione «Costi di laboratorio a carico dell’AOMS» (19.4492). Presieduta da Paul Rechsteiner (PSS, SG), la Commissione si è riunita a San Gallo il 18 e 19 ottobre 2021. A parte della seduta era presente il consigliere federale Alain Berset. Come da tradizione, essa si è tenuta nel Cantone d’origine del presidente della Commissione. (Fonte: https://www.parlament.ch/press-releases/Pages/mm-sgk-s-2021-10-19.aspx?lang=1040)

22.10.2021 . Libro: "Dall’io al noi" di Adriano Voltolin

Nella prospettiva psicoanalitica il passaggio dall’“io” al “noi” comporta un movimento dialettico, continuo e mai concluso, che dal mondo interno, dominato dalla fantasia per la quale la vita consiste nella piena giustificazione della realizzazione delle proprie pulsioni, si apra a un’esistenza vista come esperienza del mondo e sviluppo di relazioni. Passaggio che presuppone lo sviluppo di una capacità di sopportazione dell’angoscia da costruirsi attraverso le difficoltà del sentirsi gettati nel mondo. Se ciò è ripercorribile nello sviluppo individuale, ancor più evidente appare nelle dinamiche storiche e sociali, nelle quali l’“altro” compare come il nemico, l’estraneo, l’elemento da contrastare o sfruttare.

Adriano Voltolin, psicoanalista, è presidente della Società di Psicoanalisi Critica. È docente al corso di Teoria critica della società all’Università di Milano Bicocca. Tra le sue pubblicazioni più recenti: Il rifugio e la prigione (2013), Il giuramento di Annibale (2017), Critica della mente innocua (2018).

Luigi Borgomaneri, storico, è ricercatore e collaboratore della Fondazione ISEC - Istituto per la Storia dell’Età Contemporanea di Sesto San Giovanni (Milano). Tra le sue pubblicazioni più recenti: Hitler a Milano (1997), Lo straniero indesiderato e il ragazzo del Giambellino (2014), Li chiamavano terroristi (2015).

Giuseppe Perfetto, psicoanalista, membro del direttivo della Società di Psicoanalisi Critica, è partecipante della Scuola Lacaniana di Psicoanalisi e membro della Society for Existential Analysis. È Direttore della collana “Quaderni di Psicoanalisi Critica” di cui ha curato Dal Super-io alla bugia (2019).


Maggiori informazioni (pdf)

16.10.2021 . COMUNICATO: presa di posizione sull’articolo de LaRegione del 15.10.21

ATP precisa che nell’articolo apparso il 15.10 u.s. “Ticino sopra la media: 15% in più”, riferito ai costi della salute e al rapporto di SantéSuisse relativo al dispendio medio nel Canton Ticino per le cure sanitarie, vi è una imprecisione nel riportare l’importanza della psicoterapia nell’incidenza dei costi. Infatti nel documento dell’associazione mantello delle casse malati non si parla nel nostro caso di un innazalmento dei costi dovuto anche dalla psicoterapia, ma piuttosto dalla fisioterapia. Questo è un punto importante da precisare in quanto in un momento così delicato dal punto di vista politico e sanitario non vengano divulgate imprecisioni circa il reale peso sul costo della salute in riferimento ai trattamenti psicoterapici.

Documento di SantéSuisse (FR; pdf)

12.10.2021 . L'Esercito svizzero cerca un/a Psicologa / psicologo presso il Centro di reclutamento

40% / Determinata fino a 31.12.2023 / Monteceneri

"Il vostro impegno per la sicurezza e la libertà"

Svolgerà gli accertamenti psicologici delle persone soggette all'obbligo di leva durante il reclutamento (oppure in altri ambiti in cui occorre determinare l'idoneità) e assumerà responsabilità in un contesto interessante e variato.

Le sue mansioni
  • Effettuerà gli accertamenti psicologici e gli esami speciali in occasione della valutazione dell'idoneità e ne analizzerà i risultati.
  • Fornirà supporto allo psicologo capo / alla psicologa capo nello svolgimento degli accertamenti dell'idoneità.
  • Rileverà anomalie psichiche durante i colloqui personali svolti con le persone soggette all'obbligo di leva e redigerà brevi perizie contenenti raccomandazioni relative all'idoneità e fondate sulla diagnostica clinica.
  • Fornirà consulenza specialistica e intervisioni ai collaboratori nel team di psicologi del Centro di reclutamento; raccoglierà e analizzerà dati a scopi statistici.

Il suo profilo
  • Master in psicologia / lic. phil. (università), di preferenza in psicologia clinica, psicopatologia o psicologia del lavoro e dell'organizzazione. Buone conoscenze di patologie e disturbi psichici che si manifestano in età adulta e giovanile come pure buona competenza diagnostica.
  • Formazione specialistica in psicopatologia e conoscenze di base dell'Esercito svizzero (compito, struttura, organizzazione).
  • Responsabilità individuale, resistenza allo stress, elevate competenze sociali e doti comunicative, capacità di adattarsi rapidamente, spirito di gruppo, elevata capacità d'apprendimento per quanto riguarda i programmi informatici necessari durante il reclutamento.
  • Buone conoscenze attive di almeno una seconda lingua ufficiale e, se possibile, conoscenze passive della terza lingua ufficiale.

Informazioni complementari
Per ulteriori informazioni si prega di rivolgersi a Colonnello Tiziano Scolari / cdt Cen recl / 058 466 37 01

10.10.2021 . Servizio de il Quotidiano: "La giornata della salute mentale"

Nuove norme per la psicoterapia psicologica dal 1 luglio 2022

L'Ufficio federale della sanità pubblica risponde alle domande più frequenti che vengono poste sulla nuova regolazione della psicoterapia psicologica. Gli argomenti sono, ad esempio, l'ammissione o le attività delegate.

Il 19 marzo 2021 il Consiglio federale ha deciso che gli psicoterapeuti potranno lavorare in modo autonomo e per proprio conto a spese dell'assicurazione sanitaria obbligatoria (AOMS). È necessaria la prescrizione del medico. Le modifiche entreranno in vigore il 1° luglio 2022.

Le informazioni sono in continuo aggiornamento.

Importanti avvertenze per chi studia psicologia in Italia

Il Dipartimento dell’educazione, della cultura e dello sport (DECS) informa gli studenti che hanno deciso di intraprendere studi in psicologia in Italia sulle conseguenze derivate dalle decisioni della Commissione federale delle professioni psicologiche (PsiCo) in merito al riconoscimento dei diplomi esteri in psicologia.

La PsiCo ha deciso che il riconoscimento dei diplomi universitari esteri (con o senza condizioni) può essere conferito solo se provato che il candidato è autorizzato a esercitare la professione nel Paese estero in cui ha svolto i suoi studi e che egli è qualificato per far uso del titolo professionale protetto.

Per gli studenti ticinesi che stanno effettuando i lori studi in psicologia in Italia questo significa che una volta ottenuto il loro master essi devono poi fare una pratica clinica in strutture italiane e dimostrare il superamento dell'esame di Stato. In base alla nuova prassi questo è l'unico modo per garantire l'equivalenza del diploma italiano con quello di una scuola universitaria svizzera. In Svizzera è possibile utilizzare il titolo protetto già dopo aver concluso con successo gli studi universitari, in Italia invece senza il superamento dell’esame di Stato dopo la conclusione degli studi universitari non si può né utilizzare la denominazione professionale protetta, né esercitare la professione di psicologo. Il Ticino inoltre richiede una pratica clinica presso strutture del territorio per il rilascio del titolo di psicologo, pratica che non può essere seguita se il titolo non viene riconosciuto dalla Commissione federale delle professioni psicologiche.

Gli studenti ticinesi che stanno frequentando studi in psicologia in atenei italiani, se non vogliono sottostare alla prassi sopraindicata, sono invitati a prendere in considerazione il proseguimento in Svizzera degli studi per il master. L’Ufficio dell’orientamento scolastico e professionale è a loro disposizione per consulenze di approfondimento sulla ricerca di percorsi di psicologia presso università svizzere.

Per gli studenti master o per chi ha già terminato gli studi e si trova nella situazione di non poter certificare il proprio titolo di studio purtroppo le cose si sono fatte più complicate. Sebbene le decisioni sulle equipollenze dei titoli siano di competenza federale, il Dipartimento dell’educazione, della cultura e dello sport cercherà di coinvolgere gli attori del settore e le autorità competenti per evitare inutili complicazioni conseguenti ad un cambio di prassi non comunicato con sufficiente anticipo.


Per ulteriori informazioni rivolgersi a:

Rita Beltrami, capo Ufficio dell’orientamento scolastico e professionale, rita.beltrami@ti.ch, tel. 091 / 814 63 51
Elena Maria Pandolfi, capo Ufficio del controlling e degli studi universitari, elena-maria.pandolfi@ti.ch, tel. 091 / 814 13 05
Nicholas Sacchi, Presidente Associazione ticinese psicologi, info@psicologi-ticino.ch, tel. 079 441 66 04


06.10.2021 . "Cinema e cervello: Proiezione gratuita del film Ex Machina"

In occasione della "Settimana del cervello 2021", le cui iniziative ruoteranno attorno al tema "Cosa ci rende umani?", proiezione gratuita del film Ex-Machina (2014) che narra la storia di un giovane e brillante programmatore selezionato per partecipare alla fase finale di un avanguardistico progetto. Il giovane avrà il compito di analizzare e mettere alla prova un’umanoide artificiale per appurare se abbia una vera intelligenza e coscienza di sé.

Interverranno per un breve commento:
  • Nicholas Sacchi, psicologo e psicoterapeuta
  • Claudio Städler, neurologo

Moderazione: Giovanni Pellegri, neurobiologo

L'accesso è libero, fino ad esaurimento posti. È necessario essere in possesso del certificato covid e un documento di identità, a partire dai 16 anni.
La prenotazione è obbligatoria, tramite il formulario su my.lugano.ch

Date
06 Ottobre 2021, ore 20:15

Luogo
Cinestar, Lugano

17.09.2021 . Film documentario "La nascita di un padre"

Venerdì 17 settembre 2021, ore 20.00, Cinema Rialto a Locarno

La nascita di un padre, con i suoi quattro cortometraggi, descrive il vissuto degli uomini nel processo che li porta a diventare padri.

Dopo la proiezione avrà luogo una tavola rotonda sul tema con la partecipazione di:
  • Francesco Sella, psicologo e moderatore
  • Dr Daniel Blumberg, pediatra
  • On. Nicola Pini, padre
  • Iris D' Angiolillo, levatrice
  • Gilles Crettenand, responsabile MenCare Svizzera Romanda

Ingresso libero, senza iscrizione (Rispetto delle norme di protezione covid-19)

01.09.2021 . "Come la realtà virtuale entra nello sport: una review sistematica"

Articolo di Porzia Zar

L’utilizzo della realtà virtuale nello sport permette di allenare la mente e imparare a gestire meglio le emozioni connesse ai momenti di maggiore tensione...

02.07.2021 . Premiazioni ATP

Come ogni anno l’Associazione Ticinese degli Psicologi offre un piccolo regalo alla migliore studentessa o al miglior studente del Liceo 1 di Lugano nell’opzione complementare di psicologia. Questo premio negli anni ha assunto un valore crescente tanto che da quest’anno l’ATP ha premiato anche le migliori e i migliori studenti di tutti i Licei cantonali. 
Apprezziamo molto che i giovani si avvicinino alla psicologia così presto e che dimostrino interesse verso la nostra professione. 

Con l’augurio di un radioso futuro, facciamo loro i nostri complimenti!

Il Comitato ATP

04.06.2021 . Pubblicazione "Affective empathy predicts self‐isolation behaviour acceptance during coronavirus risk exposure"

Di Serena Petrocchi, Sheila Bernardi, Roberto Malacrida, RafaelTraber, LucaGabutti, Nicola Grignoli

11.04.2021 . Ricerca di personale

La Comunità socio-terapeutica Arco è alla ricerca di: un/a psicologo/a

La Comunità socio-terapeutica Arco, con sede a Riva San Vitale, è una struttura clinica e terapeutica residenziale per ragazzi/e dai 15 ai 18 anni. L’incarico prevede la presa a carico psicologica della famiglia del figlio/a collocato/a.

7.04.2021 . Coronavirus, effetti neurologici o psichiatrici nel 34% dei casi

Ansia e disturbi dell’umore sono stati tra i fenomeni più frequenti: è quanto emerge dall’analisi delle cartelle cliniche di oltre 230 mila pazienti che si sono ammalati

Il 34% delle persone che si è ammalato di COVID-19 ha avuto, entro sei mesi dall’infezione, una condizione neurologica o psichiatrica. Ansia e disturbi dell’umore sono stati tra i fenomeni più frequenti. È quanto emerge dallo studio pubblicato sulla rivista Lancet Psychiatry e coordinato dall’università britannica di Oxford.

Leggi l'articolo completo su cdt.ch

19.03.2021 . Approvazione modello prescrittivo

Care colleghe e Cari colleghi,
 
È con enorme piacere che vi annunciamo che in data odierna il consiglio federale ha approvato il passaggio al nuovo modello prescrittivo, che sostituirà l’attuale modello di psicoterapia delegata. Il passaggio avverrà nel Luglio 2022.

Ci sembra giusto sottolineare come associazione di categoria il raggiungimento di un traguardo estremamente importante che da legittimità e valore al nostro lavoro quotidiano. 

Siamo sicuri che come per ogni cosa ci possono essere margini di miglioramento e punti critici, ma non possiamo fare a meno che segnalare una svolta nel modo di dare valore alla nostra competenza.

Ringraziandovi per il vostro sostegno, vi porgiamo i nostri migliori saluti.

Il comitato ATP

18.03.2021 . Millevoci: Il valore dell'incertezza

Intervista radiofonica con Amalia Mirante (economista, docente), Nicholas Sacchi (psicologo e psicoterapeuta, presidente ATP) e Miguel Angel Cienfuegos (regista, attore, autore di teatro)

Se c’è una cosa certa che la pandemia ci sta insegnando è il valore (ammesso che lo si possa definire tale) dell’incertezza. Mai come di fronte alle innumerevoli sfide sanitarie, sociali, economiche e culturali che questa situazione, senza precedenti nella storia contemporanea, ci sta ponendo sentiamo la precarietà di molte delle certezze che avevamo più o meno consapevolmente coltivato fino all’arrivo di questo virus, che ci mette alla prova come individui e come società...

8.03.2021 . Trasmettere fiducia nell’avvenire

Adolescenti e pandemia – Incontro con Isabella Saglio e Gaia Cattaneo, psicologhe e psicoterapeute del Servizio medico-psicologico cantonale attive presso i licei luganesi

Perdita di esperienze fondamentali per la crescita, ma pure specifiche risorse da valorizzare. Potrebbe essere sintetizzata anche così, con due volti della stessa medaglia, la travagliata situazione con la quale è confrontata la gioventù durante la pandemia. Le misure di confinamento imposte dalle autorità pesano in realtà su tutte le fasce della popolazione con l’accento posto di volta in volta su alcune di esse e su aspetti settoriali: sanitario, economico, sociale, psicologico...

Leggi l'articolo completo su azione.ch

22.02.2021 . Immersi nel flusso per ritrovare l’armonia

Nell’anno della pandemia una riflessione sulla Teoria del Flow formulata negli anni 70 da Mihaly Csikszentmihalyi

Sono quelle situazioni, di cui ognuno di noi ha esperienza, in cui ci siamo immersi completamente in un’attività, felici di dedicare ad essa tutta la nostra energia, dimenticandoci dello scorrere del tempo e di ciò che abbiamo attorno...

19.02.2021 . La psiche scricchiola e il peggio è ancora all’orizzonte

I dati cantonali mostrano un aumento dei problemi sociopsichiatrici, ma gli esperti temono che sarà la crisi post-Covid ad avere l'impatto peggiore

Che la pandemia intacchi anche la nostra psiche, ormai lo abbiamo capito un po' tutti. Meno incoraggiante è scoprire che il deterioramento recente potrebbe dimostrarsi il preludio del peggio all’orizzonte. Saranno mesi, anni tosti: questo ci tocca dedurre confrontandoci con l’Organizzazione sociopsichiatrica cantonale (Osc)...

01.02.2021 . Covid all'Università

Con Angela Andolfo Filippini, Francesco Bee, Lorenzo Cantoni

La transizione accelerata verso la digitalizzazione dell’insegnamento, l’isolamento sociale e formativo degli studenti sono soltanto alcune delle moltissime conseguenze della pandemia Covid-19 che in tutto il mondo sta condizionando pesantemente economia, formazione, socialità...

07.01.2021 . Intervista a Nicholas Sacchi

La mente inizia a cedere

Covid-19: tra vaccino, mutazioni e restrizioni, la gente è sempre più confusa.
ticinonline ne parla con Nicholas Sacchi, presidente dell'Associazione Ticinese degli Psicologi.


19.11.2020 . Unità stazionaria di pedopsichiatria dell’OSC.

Siamo lieti comunicare che dal 16 novembre 2020 è operativa l'Unità stazionaria di Pedopsichiatria dell'Organizzazzione Sociopsichiatrica Cantonale presso l'Ospedale Civico di Lugano.

03.09.2020 . Investire nella salute mentale è una strategia redditizia

Il Consiglio federale sta pianificando un cambiamento di sistema che consentirà agli psicologi-psicoterapeuti di fatturare le loro prestazioni attraverso l'assicurazione di base, a condizione che le sessioni siano prescritte da un medico. 

06.08.2020 . Il Covid azzera la Legge Basaglia, come ripartire

La salute mentale in Italia non godeva di buona salute prima del Covid-19. Durante la pandemia la situazione è inevitabilmente peggiorata. Come ha scritto l’Oms: "La salute mentale e il benessere di intere società sono state gravemente colpite da questa crisi e sono una priorità da affrontare con urgenza". In questo Magazine cercheremo di raccontare, con l’aiuto di un innovativo esperto del settore come Renzo De Stefani, referente nazionale movimento Le Parole ritrovate, lo status quo e capire come la crisi può rimescolare le carte e portare a compimento la rivoluzione iniziata più di quaranta anni fa da Franco Basaglia. Ci saranno poi le testimonianza video di Monica Zatti di Iseo, una utente tornata border line a causa della pandemia, e di Giovanni Fiori di Roma, padre di un utente e attivista convinto del 'Fareassieme'...

30 giugno 2020 - Comunicato stampa FSP

Risparmi per oltre 500 milioni facilitando l’accesso alla psicoterapia

Il passaggio dal modello della delega a quello della prescrizione proposto dal Consiglio federale si accompagnerebbe a notevoli risparmi: se il piano di facilitare l’accesso a prestazioni di psicoterapia in regime ambulatoriale andasse in porto, si potrebbero conseguire, a seconda dello scenario, risparmi compresi tra i 398 e i 730 milioni di franchi svizzeri all’anno. Questa la conclusione cui giunge un nuovo studio dell’ufficio BASS e dell’ufficio Consultazioni e analisi (B&A), che dimostra come investire nella salute psichica dei cittadini svizzeri convenga anche da un punto di vista strettamente economico.

Giugno 2020 - Articolo sulla rivista Ticino Welcome

Articolo pubblicato sulla rivista Ticino Welcome (n° 066) intitolato "Riscoprire il valore della vicinanza". Interviene lo psicologo e psicoterapeuta ATP-FSP Matteo Magni.

1 giugno 2020 - Articolo su Azione

Articolo pubblicato sulla rivista Azione intitolato "Quando il pianto è pubblico". Interviene la psicologa e psicoterapeuta ATP-FSP Gabriella Bianchi Micheli. 

6 febbraio 2020 - Trasmissione televisiva Falò

Servizio sul tema "tra terapisti e guaritori" proposto dal programma Falò. Interviene lo psicologo e psicoterapeuta ATP-FSP Pierpaolo Matozzo. 

18 gennaio 2020 - Articolo sul Corriere del Ticino

Articolo pubblicato sul CdT intitolato "Cure più accessibili. Ma a quale costo?". Interviene lo psicologo e psicoterapeuta ATP-FSP Matteo Magni 

16 dicembre 2019 - Articolo su Azione

Articolo pubblicato sulla rivista Azione intitolato "L'equilibrio del crescere". Interviene lo psicologo e psicoterapeuta ATP-FSP Pierre Kahn. 

14 novembre 2019 - Servizio su Il Quotidiano

Servizio sul tema relativo agli abusi sessuali sui minorenni. Interviene lo psicologo e psicoterapeuta ATP-FSP Pierre Kahn.

31 ottobre 2019 - Intervista radiofonica

Intervista radiofonica su Rete 1 dal titolo "La vita, dentro". Interviene lo psicologo e psicoterapeuta ATP-FSP Pierre Kahn

22 luglio 2019 - Articolo su Azione 2020 

Articolo pubblicato sulla rivista Azione intitolato "Stare insieme in famiglia". Interviene lo psicologo e psicoterapeuta ATP-FSP Pierre Kahn. 

5 giugno 2019 - Trasmissione radiofonica

Intervento radiofonico della psicologa e psicoterapeuta ATP-FSP Angela Andolfo-Filippini dal titolo "Aptofobia: non toccatemi!".

Link alla trasmissione

22 aprile 2019 - Intervista radiofonica 

Intervista radiofonica su Tutorial dal titolo "Che ansia!". Interviene lo psicologo e psicoterapeuta ATP-FSP Pierre Kahn

marzo 2019 - Articolo su Ticino Economico

Articolo pubblicato sulla rivista Ticino Economico intitolato "Quando lavoro significa stress". Interviene la psicologa ATP-FSP Raffaella Delcò.

Link al sito

22 febbraio 2019 - Articolo su Ticino 7

Articolo pubblicato sulla rivista Ticino 7 intitolato "Confini. Quando l'intimità tra psicologo e paziente diventa un problema". Interviene lo psicologo e psicoterapeuta ATP-FSP Matteo Magni.

Link all'articolo


8 febbraio 2019 - Articolo su L'Informatore 

Articolo pubblicato sul giornale L'Informatore intitolato "Se il collega sclera e non dici niente". Interviene lo psicologo e psicoterapeuta ATP-FSP Pierre Kahn. 

6 novembre 2018 - Servizio su Il Quotidiano

Si parla della salute degli studenti universitari in questo servizio andato in onda martedì 6 novembre sulla RSI. La vita dello studente può non essere facile, lo dimostra il numero di universitari dell'USI che affermano di avere dei problemi di salute dovuti allo stress e alle pressioni. Per far fronte a queste difficoltà esiste un servizio di consulenza psicologica organizzato in collaborazione con l'Associazione Ticinese Psicologi, in questo servizio viene data voce a Luigi Gianini, psicologo e psicoterapeuta ATP-FSP. 

marzo 2018 - Articolo su Gente Sana

Articolo pubblicato sulla rivista Gente Sana, intitolato "La bellezza di esistere e non solo di apparire". Interviene lo psicologo e psicoterapeuta ATP-FSP Pierpaolo Matozzo.

Link al pdf

12 febbraio 2018 - Articolo su Azione

Articolo pubblicato sul giornale Azione intitolato "Lo psicologo oltre i pregiudizi". Interviene lo psicologo e psicoterapeuta ATP-FSP Matteo Magni.

Link al sito e link alla video intervista

15 novembre 2017 - Articolo su Tio

Articolo di promozione della nostra campagna di sensibilizzazione "C'è un modo migliore". Intervistata la psicologa ATP-FSP Raffaella Delcò.

Link al sito

9 ottobre 2017 - Articolo su Azione

Articolo pubblicato sul giornale Azione intitolato "Isolarsi dal mondo". Interviene lo psicologo Stefano Artaria.

Link al sito

2 ottobre 2017 - Articolo su Azione

Articolo pubblicato sul giornale Azione intitolato "Prendersi cura dei curanti". Interviene lo psicologo Nicola Grignoli.

Link al sito

16 ottobre 2017 - Articolo su Azione

Articolo pubblicato sul giornale Azione intitolato "Se nel team nascono problemi". Interviene la psicologa del lavoro Raffaella Delcò.

Link al sito

15 maggio 2017 - Articolo su Azione

Articolo pubblicato sul giornale Azione intitolato "Saper chiedere aiuto". Interviene la psicologa e psicoterapeuta Nadine Maetzler.

Link al sito

8 settembre 2017 - Articolo su Gente Sana

Articolo pubblicato sulla rivista Gente Sana intitolato "Come scegliamo ciò che mangiamo. Alimentazione e psiche", redatto dallo psicologo e psicoterapeuta Pierpaolo Matozzo.

Link al pdf

16 giugno 2017 - Articolo su Ticinonline

Articolo sul giornale Ticinonline intitolato "La psicologa dei poliziotti". Interviene la psicologa e psicoterapeuta Marina Lang Bindella.

Link al sito

1 Aprile 2017 - Intervento radiofonico

Programma radiofonico  Moby Dick su Rete Due dal titolo: "Mento dunque esisto". Intervengono gli psicologi e psicoterapeuti Angela Nardella  e Pierpaolo Matozzo.
Link alla trasmissione

16 febbraio 2017 - Intervista radiofonica

Intervista radiofonica, rassegna "Porte aperte sul cinema del mondo", interviene la psicologa e psicoterapeuta Angela Andolfo-Filippini.

20 febbraio 2017 - Articolo su Ticinonline 

Articolo sul giornale Ticinoline intitolato "Attenzione a condannare uno schiaffo, bisogna analizzare il contesto". Interviene la psicologa e psicoterapeuta Elena Toppi Conelli.

6 febbraio 2017 - Trasmissione radiofonica su RSI

Trasmissione radiofonica, RSI Tutorial dal titolo "Colleghi lamentoni?", interviene la psicologa e psicoterapeuta Simona Spinedi Schöpf.
Link al sito

9 novembre 2016 - Articolo su La Regione

Articolo sul giornale La Regione intitolato "Tornare alla vita dopo le cure", interviene la psicologa e psicoterapeuta Gabriella Bianchi Micheli.

22 novembre 2016 - Articolo su Cooperazione

Articolo su Cooperazione intitolato "Imbarazzo-il ruolo dei genitori", interviene lo psicologo e psicoterapeuta Pierpaolo Matozzo.
Link al sito

15 novembre 2016 - Articolo su Cooperazione 

Articolo su Cooperazione intitolato "Le confidenze da non svelare", interviene lo psicologo e psicoterapeuta Pierre Kahn.

Settembre 2016 - Articolo su Cooperazione

Articolo su Cooperazione intitolato "Così i bambini imparano a fare le cose da soli", interviene la psicologa e psicoterapeuta Ornella Togni Romeo.

29 agosto 2016 - Articolo su Azione 

Articolo su Azione intitolato "Il telelavoro in Svizzera avanza", interviene la psicologa Raffaella Delcò.

15 maggio 2016 - Articolo su Azione 

Articolo su Azione intitolato "Famiglia, una sfida in un mondo che cambia", interviene lo psicoterapeuta Pierre Kahn.

Link al pdf

27 gennaio 2016 - Trasmissione radiofonica

Trasmissione radiofonica intitolata "elementi tossici" nel mondo del lavoro, interviene la psicologa del lavoro Raffaella Delcò.

Link alla trasmissione

19 aprile 2016 - Trasmissione radiofonica

Trasmissione radiofonica sul tema "Come si diventa campione sportivo", interviene lo psicologo Giona Morini.

Link alla trasmissione

2 maggio 2016 - Articolo su Cooperazione

Articolo intitolato "Il nido vuoto", intervistata la psicologa e psicoterapeuta Patrizia Montini Lirgg.

Link all'articolo

17 febbraio 2016 - Trasmissione radiofonica

Trasmissione radiofonica dal titolo "Ricominciamo da cinquanta", sul tema dell'identità a 50 anni. Interviene la psicologa e psicoterapeuta Linda Rossi.

Link alla trasmissione


14 gennaio 2016 - Trasmissione radiofonica

Trasmissione radiofonica sul tema "Ordine e disordine: tra tendenza all'accumulo e bisogno di fare spazio" con la psicologa e psicoterapeuta Angela Andolfo-Filippini.

26 febbraio 2014 - Un nuovo inizio per ATP

Vi diamo il benvenuto sul nuovo sito dell’Associazione Ticinese degli Psicologi.Ci proponiamo di favorire una maggiore conoscenza della professione e delle sue peculiarità e di informarvi sui temi importanti che riguardano i nostri campi di attività. Desideriamo favorire il dialogo e la vicinanza sia con le con istituzioni pubbliche sia con i privati.
Navigando nel sito troverete maggiori dettagli rispetto agli orientamenti della psicologia, un sistema efficace di ricerca dei nostri membri, link utili in funzione delle necessità e molto altro.

Con il nostro augurio di poter contribuire al vostro benessere attraverso un sostegno professionale, vi invitiamo a scoprire tutte le novità.

Il comitato

Il tuo biglietto da visita personalizzato ATP

Dal 1 aprile 2014 è possibile ordinare, accedendo all'area riservata ai membri, il proprio biglietto da visita ATP, personalizzato con i propri dati e uno sfondo colorato a scelta tra i colori di corporate dell'associazione. Vai a ordinazione biglietti ATP per maggiori dettagli